Alexjan Carraturo

Alexjan Carraturo personal page

Nouveau, VOIP e Gnash: funziona tutto… a volte

with 4 comments

Dopo aver aggiornato la mia Fedora dalla versione 12 alla 13, poi alla 14 ed infine alla 15, pur funzionando tutto ancora egregiamente, mi sono deciso a dare il classico “colpo di scopa” (con diverse installazioni fatte a mano, qualche casino l’ho comunque fatto), formattando il tutto e reinstallando direttamente Fedora 15. Ultimata l’installazione, aggiornata come faccio sempre, mi sono posto il problema di mettere mano a dei pacchetti “terzi”, che per me rappresentano un peso, sia principalmente per la loro natura “proprietaria”, sia per la loro scomodità e talvolta scarsa efficienza. Per questo motivo mi sono messo a testare le alternative al driver proprietario NVIDIA, a Skype e alla plug-in Flash di Adobe;

 

  1. Sulla scheda grafica avevo provato numerose volte a passare al driver libero (nouveau), ma sempre senza successo; il driver era instabile e molte volte bloccava il computer. Come mi immaginavo però, è stata solo questione di tempo e si è giunti ad un buon livello di stabilità e funzionalità. Installando Fedora 15 ex-novo ha funzionato subito e bene. Certo, le prestazioni 3d non sono neanche paragonabili a quelle del driver proprietario, ma sono più che accettabili per l’uso che faccio di questo computer. Inoltre, il tempo di boot e avvio X, anche forse grazie alla formattazione, ne ha giovato sensibilmente.
  2. Per quanto riguarda, il software per il VOIP, nonostante le “interessanti prospettive per il futuro” (cit.), al momento le alternative sono molto scarne e ad essere sincero dal funzionamento altalenante. Di strada per sostituire software celebri come quello proprietario ce ne è da farne. Il problema VOIP, o in generale la telefonia via internet, rimane un grande problema aperto,  forse il più grande tra quelli in oggetto, che sfortunatamente non trova soluzione immediata.
  3. Anche sul terzo punto, dopo numerosi tentativi fatti negli anni precedenti, per un po’ di tempo avevo lasciato perdere Gnash, che pure rappresenta a mio avviso un otttimo progetto, considerando anche le innumerevoli difficoltà che possono aver incontrato gli sviluppatori. C’è di buono in questo test che alcuni video si aprono, che buona parte di youtube funzione (meno bene su Facebook), e che alcuni siti in Flash funzionano, altri no. Ad ogni modo devo registrare notevolissimi passi in avanti dall’ultima volta che lo avevo provato, che mi fanno ben sperare per il futuro; pur augurandomi caldamente che si abbandoni prima di subito Flash, so che così non sarà (purtroppo), e vorrei avere un sistema con Gnash funzionante per quando installerò il sistema completamente a 64bit.

I più estremisti all’interno dell’ambiente FOSS (o FLOSS come preferiscono taluni), direbbero di non comprare una determinata scheda grafica (o qualsiasi altro tipo di device possa necessitare di driver proprietari o firmware), o di non utilizzare quel determinato software VOIP (e se si tratta di Skype tutti i torti non ce li hanno), o di non andare su determinati siti. Solo che ciò va contro la mia accezzione di libertà e soprattutto di cosa dovrebbe fare il software libero; è mio fermo parere che il software libero dovrebbe darci la possibilità di vivere la nostra vita digitale con strumenti liberi.

Affrontare l’argomento dicendo “Se non puoi farlo con software libero, allora non farlo” di per se rappresenta una contraddizione, che rappresenta un segno di chiusura pericoloso proprio per la diffusione del software libero stesso. Questo mi spinge a difendere la scelta degli utenti in caso di necessità di particolare degli utenti, e quindi di difendere quelle distro che danno all’utente di scegliere se installare del software non libero in autonomia, senza etichettarle come “foriere di software proprietario”.

Al tempo stesso cerco sempre di spingere per il software libero, scelta che è comunque da preferirsi se possibile; in generale, oltre ai già citati fattori etici, tendo a preferire le alternative libere anche per le conseguenze tecniche e pratiche della natura proprietaria di determinati software. Parlando degli esempi concreti di sopra, si potrebbe facilmente far riferimento ai driver proprietari NVIDIA, a Skype e alla plugin flash; sono scomodi da installare e da mantenere al passo con le distribuzioni, poco aggiornati e/o mantenuti rispetto alle versioni per sistemi proprietari e spesso (eccezion fatta per i driver) prestazionalmente più scadenti.

Per questi motiv ritengo il miglioramento di alternative libere è importante sia sul piano delle libertà personali e sia sul piano della qualità del nostro “Home Computing” casalingo con Linux, e che quindi esse vadano seguite con particolare attenzione, ma senza ossessione.

Written by axjslack

luglio 16, 2011 a 11:54 pm

Pubblicato su Commenti

Tagged with , , , ,

4 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Io ho ceduto al driver nvidia solo perché il nouveau non mi faceva andare l’HDMI… ffffuuu😦

    Alessandro Lorenzi

    luglio 18, 2011 at 10:20 am

  2. Non ho modo di provare la mia scheda co HDMI… non ho a che attacarlo.

    axjslack

    luglio 18, 2011 at 10:31 am

  3. Kalimera Alexjian !

    Ho appena letto questo tuo post e mi venivano in mente 2-3 cosine:

    1) Mi ha fatto molto piacere leggere il tuo parere positivo su Gnash. Fin’ ora, la maggioranza dei miei amici stessi del FOSS mi sconsigliavano il suo uso perché lo ritenevano inefficiente. Magari ci provo questa volta.

    2) Ho individuato un bel programmino Libero di telefonia VOIP/ SIP dal nome Jitsi, che ambirebbe diventare un’ “erede” di Skype. E’ già in uso anche da parecchie aziende. Mi e’ piaciuto al punto che l’ho pure tradotto per intero in Greco e attualmente lo sto usando con soddisfazione. Non dico che sta ancora alla pari con Skype, pero’ gli sta proprio a distanza di fiato! Se non lo conosci, magari ci dai un’occhiata e mi dici le tue impressioni.

    3) Mi e’ piaciuta molto la distinzione che fai tra l’interesse vivace e sano e la simpatia che una persona può mostrare verso il FOSS e, d’altra parte, l’ossessione, il “partitismo” e ogni altra forma di fanatismo che alcuni del mondo FOSS esibiscono.

    Tanti saluti amichevoli dalla Grecia
    Buon weekend

    Costantino

    Costantino Mousafiris

    settembre 17, 2011 at 9:14 am

  4. Grazie mille per i complimenti. Quanto prima voglio provare il software che mi hai suggerito…. sto ancora cercando una alternativa per quanto riguarda il Voip. Appena mi libero un po’ lo provo.

    Quanto al punto 3, in effetti, è un po’ che effettivamente sto cercando di portare la discussione a certi livelli; sono sempre più convinto che l’attivista per il software libero sia “un uomo tra gli uomini”, e non un “sacerdote”. Non so se rendo l’idea.

    Rileggendo ora mi rendo conto che non ho scritto un gran che questo post, colpa della mia fretta nel pubblicare le cose senza correggerle, e di questo mi scuso.

    Ancora grazie e a presto.

    axjslack

    settembre 17, 2011 at 9:38 am


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: